Pesce, da dove vieni?


Foto: sotto zone FAO area 37(Mediterraneo e Mar Nero)

Quando ci avviciniamo al banco del pesce ci troviamo di fronte a prodotti diversi per qualità e provenienza, caratteristiche che per legge devono essere riportate su ogni prodotto, ma avvolte è davvero difficile capirci qualcosa e ci si affida al pescivendolo che non sempre dà risposte sincere. Mi è capitato di trovarmi a chiedere se delle alici erano fresche ad un operatore di un supermercato e mi sono sentito rispondere che erano arrivate quel giorno e che il pesce era tutto freschissimo. Quando ho toccato le alici erano flaccide e la pelle veniva via solo a guardarle. Però bisogna dire che se il pescivendolo è stato disonesto, il cartellno parlava chiare, era indicata la lettera “C” che indica l’ultimo stadio per il quale è possibile vendere il pesce come fresco, il giorno dopo avrebbero dovuto buttarlo (la categoria A indica quella più fresca).

Anche in Italia entrano in vigore due regolamenti comunitari sulla vendita del pesce (il 104/2000 e il 2.065/2001), questi prevedono:

Per prima cosa l’obbligo di indicare in un cartellino da dove proviene il pesce, ed in particolare dovrà essere indicato se è stato pescato in mare (prodotto della pesca), se pescato in acque interne (prodotto dalla pesca in acque dolci), o se allevato (prodotto di acquacoltura).

Inoltre solo per il pesce pescato in mare si dovrà indicare anche la zona di cattura, e quindi potere distinguere in che zona del mondo è stato pescato. Per potere capire questa zona basterà conoscere questa tabella:

Zone FAO n° 21 Atlantico nord-occidentale
Zone FAO n° 27 Atlantico nord-orientale
Zone FAO n° 27 IIId Mar Baltico
Zone FAO n° 31 Atlantico centro-occidentale
Zone FAO n° 34 Atlantico centro-orientale
Zone FAO n° 41 Atlantico sud-occidentale
Zone FAO n° 47 Atlantico sud-orientale
Zone FAO n° 37.1, 37.2 e 37.3 Mar Mediterraneo
Zone FAO n° 37.4 Mar Nero
Zone FAO n° 51 e 57 Oceano Indiano
Zone FAO n° 61, 67, 71, 77, 81 e 87 Oceano Pacifico
Zone FAO n° 48, 58 e 88 Antartico

Per il pesce pescato in acque interne o di allevamento basterà indicare il paese di cattura o di allevamento.

Per scendere nel dettaglio delle zone bisogna andare sul sito della FAO che però è disponibile in diverse lingue e ovviamente manca la lingua italiana, però bisogna dire che è abbastanza intuitivo.

Tutte queste regole riguardano anche i prodotti congelati, seccati ed affumicati.

Per cui anche dei pesci congelati, per esempio, si potrà sapere se provengono da allevamento o sono stati pescati. Oppure si potrà sapere un pesce è stato pescato nel Mar Mediterraneo o no.

Categorie: Lo sapevate che..., Rubriche

Autore:civifood

Appassionato di Enogastronomia e del proprio territorio

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

One Comment su “Pesce, da dove vieni?”

  1. novembre 3, 2011 a 10:26 AM #

    Perfetto Enzo, avevo trovato anche io quella che avevo in ristorante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: