Paccheri di pasta all’uovo con ricotta, radicchio trevigiano, calamaretti punta e ristretto di acciughe


Ingredienti

Per la pasta:

3 tuorli d’uovo

75 gr farina bianca 00

 

Per il ripieno e la guarnizione dei paccheri:

150 gr. ricotta vaccina fresca

2 cespi radicchio tardivo trevigiano

100 gr calamaretti puinta

60 gr. Olio extra d’oliva (4 cucchiai)

Sale e pepe q.b.

Zucchero (facoltativo) q.b.

Frullato di sedano (facoltativo) q.b.

Per il ristretto:

200 gr latte fresco (2 bicchieri)

2 acciughe sotto sale, lavate e dilscate

1 piccola costa di Sedano

Parmigiano reggiano q.b.

Olio extra vergine d’oliva q.b.

Preparazione

Per la pasta unite, i tuorli con la farina e lavorate bene. Stendete una sfoglia di 2 mm di spessore, tagliate dei rettangoli della dimensione di circa cm 5×10. Formate quindi dei paccheri (consideratene 5 a porzione), facendo combaciare i lati minori dei rettangoli in modo da ottenere una sorta di cilindro. Fate attenzione a svolgere questa operazione quando la pasta è fresca, perché così la giusta umidità faciliterà l’adesione dei 2 lembi. Lasciate seccare la pasta per circa un ora.

 

Per il ripieno, tagliate ogni cespo di radicchio in 4 parti; mettete il tutto in una padella d’alluminio con olio sale e pepe. Fate cuocere a fuoco moderato per 10 – 15 minuti, a secondo delle dimensioni dei cespi, fino a quando il radicchio non sarà completamente appassito e avrà perso consistenza. A questo punto frullatelo finemente e unite la ricotta. Assaggiate il ripieno: se dovesse risultare troppo amaro, aggiungete un pizzico di zucchero oppure un piccolo frullato di sedano.

Per il ristretto, fate bollire il latte con le acciughe e il sedano per 10 minuti a fuoco lento, in modo da ridurre la salsa.

Cuocete i paccheri in acqua bollente e salata; scolateli e conditeli leggermente con olio extra vergine e Parmigiano Reggiano. Con l’aiuto di una pinza, disponeteli verticalmente e farci teli con il ripieno ben caldo.

Fate saltare i calamaretti in una padella rovente, uniteli ai paccheri e servite.

[FONTE: La storia delle ricette della famiglia Santini – dal Pescatore]

Categorie: Primi, Ricette, Ricette Famose

Autore:civifood

Appassionato di Enogastronomia e del proprio territorio

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: